Vivere il bosco

Giocare - scoprire - apprezzare
Disponibilità
Immagine
vivere il bosco

In prestito

Disponibile in libreria
Contenuto

L'uomo ama e protegge soltanto ciò che lo coinvolge emotivamente e intellettualmente. Imparare qualcosa è più semplice se nel processo d'apprendimento ci divertiamo e coinvolgiamo tutti i sensi. Il presente volume si propone di applicare in modo pratico tali presupposti dell'educazione ambientale attiva nella natura di Silviva e spiega come rendere il bosco un luogo d'apprendimento e scoperta per un gruppo di bambini, adolescenti o adulti, sia durante la scuola che nel tempo libero. Al centro dell'attenzione non vi sono le conoscenze teoriche sul bosco, bensì esperienze didattiche adeguate ai destinatari che i partecipanti ricorderanno in modo positivo e duraturo. Oltre alle necessarie conoscenze tecniche, il libro fornisce indicazioni pratiche e suggerimenti per applicare la pedagogia forestale in maniera semplice e fondata.

Oltre quindi agli aspetti legati all'apprendimento nel bosco ci sono degli aspetti che stimolano la riflessione e le azioni sostenibili. Ma questo non basta: a partire dalle varie esperienze che si possono quindi fare nella natura occorre prendere spunto per sviluppare delle lezioni (un itinerario didattico) che permettono di approfondire gli aspetti toccati dalle attività proposte. Il libro è un ottimo spunto per fare dell'ESS.

 

Dettaglio
Autore/i
Erich Gyr
Edizione | Anno
Silviva
2017
Tipo di materiale
Libro
Formato
A5, 136 pagine
ISBN
978-3-7252-1025-1
Livello scolastico
Ciclo 1
Ciclo 2
Ciclo 3
Secondario II (liceo, medie superiori)
Secondario II (formazione professionale)
Livello terziario A
Livello terziario B
Tipo didattico
Informazione di base
Collegamento al piano di studio
1° ciclo: osservare ed esplorare la realtà con i cinque sensi; acquisire delle abilità motrici; percepire e analizzare l’ambiente naturale attraverso le sue varie manifestazioni; acquisire delle conoscenze (ambiente-organismi); focalizzare l’attenzione sullo sviluppo personale soprattutto socio-affettivo e lavorando sulla fiducia (in sé e nell’altro), sul rispetto e sull’integrazione.
2° ciclo: esplorare i fenomeni con un approccio scientifico; misurazioni e osservazioni fenologiche degli alberi o studio del comportamento animale; importanza della conservazione e del rispetto della natura.
3° ciclo: studio delle scienze naturali (ecosistemi ed esseri viventi); in geografia la visione sistemica del bosco e l’azione umana che ne definisce le sue funzioni.
Competenze trasversali: sviluppo personale, collaborazione, comunicazione e pensiero creativo.