Informarsi, dibattere, partecipare, decidere

«La gioventù dibatte» è un tassello essenziale nell’ambito dell’educazione civica e alla cittadinanza. È utile e stimolante e fornisce ai giovani la possibilità di confrontarsi nel rispetto di valori imprescindibili. Daniele Bollini, esperto di storia SM

In breve

Il progetto è incentrato sullo scambio di opinioni. Il confronto di punti di vista opposti porta i giovani a studiare tematiche diverse della società (ad esempio i diritti umani e l’ambiente) per comprenderne la complessità e imparare a prendere posizione.
Le attività proposte hanno un approccio ESS, perché permettono di costruire delle conoscenze interdisciplinari, sviluppare lo spirito critico, cambiando prospettiva, mettendosi nei panni degli altri e rispettandone le idee.

Visione dell'attività

«La gioventù dibatte» con questa attività mira alla formazione del giovane, quale cittadino attivo, consapevole dei propri diritti e doveri e rispettoso dei valori democratici.

Metodi
  • Gioco di ruolo
  • Auto-apprendimento
  • Lavoro individuale
  • Lavoro di gruppo
  • Lavoro cooperativo
  • Dibattito

Orientamento ESS

Principi pedagogici
Dimensioni Sviluppo sostenibile
Dimensioni SS

Livelli scolastici

Lingue
Tipo di attività
Prezzo
Nessun costo, l’attività è sostenuta dal Cantone Ticino.
Durata
8 ore-lezione. Meglio 2 incontri di 4 ore-lezione distanti 2 settimane
Piano di studio
Pensiero riflessivo e critico - Sviluppo personale - Comunicazione
«La gioventù dibatte» attiva, sviluppa e rafforza diverse competenze. Nella fase preliminare si sviluppano competenze personali (lavoro autonomo e di gruppo) e soprattutto il pensiero critico e riflessivo (capacità di decentrarsi, di mettere in discussione le proprie opinioni e di valutare obiettivamente quelle altrui). Nel dibattito si esercitano le competenze della comunicazione verbale e non verbale e la gestione delle emozioni.

Un'attività didattica di

la gioventù dibatte

Contatto